15 dicembre 2017

Indie-eye: critica musicale e cinematografica crossmediale


Riproponiamo l’intervento che Michele Faggi, direttore di Indie-Eye Network, ha condiviso con il pubblico del workshop “La critica cinematografica vive in rete”, organizzato all’Università Ca’Foscari di Venezia il 24 febbraio del 2011.

Nell’intervento Faggi, attraverso la storia del sito dedicato alla musica e al cinema, cita alcuni temi di cui la critica cinematografica (e non solo) e il giornalismo culturale devono tenere conto:

  • il superamento del formato tradizionale: indie-eye è stato a lungo un “mp3 blog”
  • l’utilizzo creativo di mezzi connettivi e crossmediali
  • la partecipazione degli stessi artisti alla produzione

Riteniamo che questi aspetti facciano parte del tentativo che il nostro premio Critica in Movimento sta facendo: “una provocazione che lanciamo alla critica parruccona. E’ un premio allo spettatore attivo, a chi decide che anche la sua opinione conta, anche se non compare sul Domenicale del Sole24Ore o sulle pagine culturali di Repubblica, e decide di mettersi di fronte a una videocamera e dire la sua.” [Giovanni Sabelli Fioretti, Critica in Movimento, QCode Mag – luglio 2013]

Per partecipare al premio: www.studio28.tv/criticainmovimento2013

Bonus track: come creare video interattivi su youtube

Speak Your Mind

*