23 settembre 2017

No Internet, no party!

Non si può più fuggire di fronte all’evidenza. La cultura, che sembrava l’ultimo baluardo degli internettofobi, usa la Rete a piene mani. Purtroppo l’Italia non permette alla banda larga di svilupparsi come dovrebbe, ma ciononostante blog, social network, e programmi di condivisione file sono sempre più a sostegno dei nostri prodotti culturali. Ha ancora senso non farne uso? E voi, come li usate?

Risorse on line:

Fondazione Cotec

Regional Innovation Scoreboard 2009

Comments

  1. cristine says:

    Per quanto mi riguarda,a proposito dell’uso del web è fondamentale.Ovvero,se non esistesse,avrei perso ogni minima speranza di poter promuovere il mio lavoro e trovare delle condizioni favorevoli per avere contatti utili.Senza spendere cifre esorbitanti,che da buona ricercatrice di una paga,si sogna un giorno magari in modalità più costante,non potrei assolutamente permettermi.E dove cercare le informazioni se non nel web?
    Idem per la circolazione di idee e contenuti culturali.
    Per me rappresenta la Speranza.Una luce in fondo al tunnel, il salvagente in mezzo all’oceano. In questo momento di acuta Crisi (si può ancora dire Recessione?),è la sopravvivenza. L’unico modo per non scomparire.Per tentare almeno di esistere.
    Ecco,questo è per me il web.

Speak Your Mind

*