27 maggio 2017

Raffaele Paganini danza con Emma

Nome: Raffaele Paganini

Candidato presidente: Emma Bonino

Lista: Lista Bonino

Dove: Roma e Provincia

Comments

  1. Ciao ragazzi…non sapevo dove mettere questo commento, e allora l’ho messo accanto al faccione di Raffaele Paganini, visto che non c’erano commenti.
    Forse c’era un post più adatto di questo, se così fosse scusate la pigrizia che non mi ha permesso di cercare ancora.
    A proposito … non si potrebbe inserire (forse no ma io avanzo la richiesta comunque) un posto su questo sito dove possiamo inserire i link degli articoli interessanti che troviamo in giro? Così, giusto per raccogliere quello che magari a qualcuno sfugge!! ..ovviamente solo quelli che possono essere di interesse per il sito!

    Come questi due usciti su Repubblica.it quest’oggi, e che sicuramente molti di voi hanno già letto, e che se ci fosse una finestra in cui aggiungerli ci fornirebbero una cronologia dei fatti interessante con dei dati che potrebbero risultarci facilmente consultabili in futuro!!!

    Butto lì l’idea.
    Eccoli.

    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/03/15/teatri-si-ribellano-ai-tagli-del.html

    e un blog sempre su repubblica dove ci sono dei dati più chiari:

    http://bandettini.blogautore.repubblica.it/2010/03/15/dal-sogno-la-protesta-contro-i-tagli-del-governo/

    …non me ne abbia Raffaele Paganini.
    Ciao a tutti!!!!

  2. Ciao Lia!
    Ne ho letto ieri. Oggi purtroppo avevo un appuntamento se no ci sarei andato. Se senti di qualcosa per favore aggiornaci. Faremo una pagina apposta per il link e le info utili, così come dici giustamente tu sono più facilmente accessibili.
    Grazie per l’idea!

  3. Ciao ragazzi, anche io fuori tema, come lia!! volevo solo dirvi che passando veloce tra gli ultimi post ho pensato: ” che bell’idea. Paganini danza con Emma Dante! Faranno grandi cose! ” questo per dirvi come la faccenda di queste elezioni mi stomachi parecchio ormai; anche se Emma (questa qui) è una signora che mi è sempre piaciuta molto e continua a convincermi, quello che proprio non mi va giù è tutto il contesto limaccioso, e minaccioso, da guerriglia e il coprifuoco culturale e… be’ insomma, è chiaro ,no?… andrò lo stesso a votare, certo, ma, non chiedetemi di crederci veramente.
    Scusate la giaculatoria!

  4. ahahahah!!! anche io avevo pensato la stessa cosa! Avevo pensato ad Emma Dante!!! Ahahahah!!
    @Giovanni
    Purtroppo oggi lavoravo a quell’ora e quindi anche io non sono riuscita ad andare, ma adesso mi metto in moto per vedere se trovo qualcosa …

    Baci a tutti!

  5. CaraLia, si vede proprio che ci intendiamo al volo! ah ah, monica

  6. Monica, credo che l’importante alle elezioni regionali sia sostenere le persone, più che le liste. In questo micro-viaggio che ci stiamo facendo qui in Lombardia abbiamo conosciuto dei candidati consiglieri validi, onesti e preparati. Potremmo cancellare il simbolo del loro partito, per quanto mi riguarda, loro rimarrebbero solidi nei loro pensieri.
    Forse dovremmo sforzarci di guardare dietro il “limaccioso”, il polverone, per capire che la politica (almeno ai livelli “amministrativi”) ha veramente il potere di cambiare il volto di un territorio. Qui in Lombardia è successo, almeno. E quindi urge andare a votare, cercare nelle liste, guardare su internet i cv dei candidati. Scrivergli una mail o guardare i loro blog (già averne uno, ad esempio, è un buon segno per un politico, vuol dire che è aperto alle opinioni della società civile). Insomma, io capisco il limaccioso che ci spaventa, ma noi siamo più forti e riusciremo a cambiare un po’ le cose. Nevvero????

  7. @Giovanni, era una giornata no. ma certo, ci riusciremo, o almeno continueremo a provarci, ognuno dove e come può, quotidianamente, nella professione e nel privato e pure andando a votare. baci, monica

  8. Ciao ragazzi! Visto che l’articolo è ancora a pagamento fino a domani e io non voglio farvi aspettare, l’ho copiato interamente qui nel commento. Riguarda la protesta avviata da Piccolo.
    Faranno un’altra giornata di assemblea il 27, e sebbene nessuno parli della danza a me piacerebbe andare con qualcuno di voi se fosse possibile, proprio come rappresentanza di una categoria del lavoro dello spettacolo che viene sempre dimenticata, e poi voglio proprio sentire se ci sono proposte in ballo o si tratta solo di un requiem.
    Che dite, si va????
    baci
    Lia

    La massa critica del Teatro al Piccolo
    la protesta contro i tagli del governo alla cultura sabato 27

    Un grande raduno cittadino critico di teatranti, nel giorno del teatro e nel più importante teatro italiano che è il Piccolo. Una contestazione , anche, ma soprattutto un’occasione per trovare vie d’uscita all’allarme tagli del governo. E’ fissata er sabato prossimo, non a caso Giornata mondiale del teatro, l’assemblea di mobilitazione di attori, registi e tecnici dei palcoscenici milanesi. Un confronto su come combattere le continue riduzione al FUS ogni anno sempre più risicato. E con il supporto ufficiale della redazione: ” Capisco e condivido le preoccupazioni e la voglia di cambiare le cose che animano le proteste di questi giorni e che non possono avere il fiato corto pre-elettorale -commenta il direttore, Sergio Escobar, anche presidente dei teatri stabili- il 27 Marzoè la giornata mondiale del teatro: un’occasione per un confronto serio su ciò che accade, per esempio, in Europa, dove per il teatro si investe quattro volte tanto rispeto all’Italia. E’ per quetso che ho messo a disposizione uno spazio del teatro per discuterne. Gli attori mi hanno invitato e se me lo confermeranno io ci sarò. Un bel segnale di dignità e pazzione per il teatro”. La riunione-contestazione va in scena dunque nella cornice ufficiale del tatro fondato da Strehler e Grassi. E non è un caso: la miccia della protesta era stata accesa dalla Compagnia del Sogno di una notte di meza estate che fino a lunedì porta i scena Shakespeare al Piccolo. Alla fine di ogni spettacolo, un attore a turno legge un comunicato antitagli per informare il pubblico. Lunedì l’incontro di rpeparazione per tutti i teatranti:” Il 27 ci sarà tutta la categoria -annuncia Gianluigi Fogacci della Compagnia del sogno – stiamo raccogliendo le adesioni di colleghi, Serena Sinigaglia farà leggere il comunicato la settimana prossima sempre al Piccolo. Se non arriveranno risposte dal governo, penseremo ad iniziative più estreme”. Sabato prossimo, al Piccolo, parteciperà anche Andreé Rith Shammah, direttore artistico del Franco Prenti, anche lei preoccupata per i tagli e impegnata ieri in un’assemblea fiume con il suo staff per far quadrare i conti che faticano a tornare:”il teatro serio così non può andare avanti – denuncia – abbiamo già ridotto i costi di producione e la paga degli attori. I miei operatori si stanno auto-tagliando lo stipendio. Andremo tutti al Piccolo a capire come uscire da questa grave situazione”.
    Ilaria Carra
    La Repubblica Milano

  9. Chiediamo a che ora è e dove e poi postiamolo qui.

  10. Esatto! Non so se qualcuno è in contatto con l’ATIR … Serena Sinigaglia sicuramente avrà questa informazione. Io provo a vedere se riesco a sapere qualcosa, ma purtroppo non ho molti contatti nell’ambiente degli attori!!

    Un bacio e buona settimana a tutti voi!
    …e grazie per la tribuna elettorale che avete fatto!

  11. Ragazzi alla fine ho chiamato l’ATIR, che è la compagnia di Serena Sinigaglia, e ho chiesto delucidazioni. Loro mi hanno risposto che l’assemblea è alle 19,30 ma bisogna prenotarsi (!!!!) al Piccolo.
    Ho avuto la sensazione che fosse una specie di riunione privata, anche perchè non ce n’è traccia da nessuna parte, non ci sono annunci in giro, ho dovuto davvero andarlo a cercare!!!
    Questo mi dispiace un pò, perchè sarebbe bello lasciare aperta la partecipazione a tutti coloro che vogliono esserci, ma forse la sala in cui si svolgerà l’incontro non è molto grande, non so.
    Comunque chiunque voglia andare deve riservare un posto al piccolo …
    Per me l’orario è un pò fetente, ma adesso mi organizzo e vedo cosa posso fare, comunque se qualcuno dovesse andare può sempre fare un videopost su quello che si è detto!!

    Un saluto a tutti
    Lia

  12. ma si è capito se bisogna prenotare o no per riuscire ad entrare?

  13. Sicuramente bisogna prenotare!!! Io purtroppo a quell’ora di quel giorno ho già un altro impegno … auspicavo fosse al pomeriggio, ma così non è e quindi non mi sono più informata! Ma ho scritto comunque come bisogna fare perchè magari qualcuno ha voglia di andare!
    Chiamare il Piccolo e riservare un posto.

    Ciao !!!
    L

Speak Your Mind

*