27 maggio 2017

Myriam Gourfink

Myriam Gourfink è una coreografa francese. Le tecniche respiratorie dello yoga fondano il suo lavoro. La particolarità della metodologia di Myriam è la scrittura a priori della coreografia prima delle prove in sala; a partire dallo studio elementi di notazione Laban ha sviluppato una scrittura personale, che in alcuni spettacoli permette un’interazione in tempo reale con le danzatrici tramite l’utilizzo del software Max Msp -in precedenza il software Lol elaborato in collaborazione con Frederic Voisin dell’Ircam-. Le danzatrici leggono in tempo reale le indicazioni coreografiche. Dal 2008 al 2012 è direttrice del programma di formazione coreografica della Fondation Royaumont.
Myriam, in compagnia del suo orso, parla:

del suo percorso coreografico e immaginativo (ci concentriamo in particolare su Beith, il suo primo solo e su Une lente mastication, ultima produzione di gruppo che per la prima volta vede dei danzatori in scena);
del suo rapporto alla ‘comanda’ da parte di altri/e artisti/e. Molto spesso Myriam ha costruito delle coreografie a partire da inviti di altri artisti, tra cui Jerôme Bel – Glossolalie , Cindy Van Acker – Marine , Deborah Lary e Clémence Coconnier;
del suo essere cosmopolita alla base della sua pratica produttiva.

Speak Your Mind

*