26 luglio 2017

TARtassateci ancora un po’

BREAKING NEWS – 2/07/2016

Il Ministero dei Beni Culturali, Dario Franceschini, annuncia con tweet delle 11.57 odierne che…

Bildschirmfoto 2016-07-02 um 15.48.46

Commenta anche Sergio Trombetta, uno dei membri delle commissioni consultive MIBACT sulla sua pagina Facebook:

Fondo Unico Spettacolo, Consiglio di Stato sospende sentenza Tar Lazio

Stamane, su richiesta del Mibact, il Consiglio di Stato ha già sospeso con provvedimento d’urgenza la sentenza del TAR del Lazio che annullava il decreto ministeriale riguardante i contributi a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo. Non vi sarà quindi al momento alcun blocco all’erogazione dei contributi statali alle attività di prosa, danza e musica.
Così una nota del Mibact che riprende la notizia annunciata dal Ministro Franceschini con il seguente tweet: ‘Il Consiglio di Stato oggi ha sospeso su istanza del Mibact la sentenza del TAR che annullata il DM sul Fondo Unico dello Spettacolo’.

Roma, 2 luglio 2016

FINE BREAKING NEWS 02/07/2016

 

Due sentenze TAR cancellano l’impianto di distribuzione dei fondi FUS emanato con Decreto Ministeriale nel 2014. Le sentenze cancellano retroattivamente tutti i contributi stanziati nel 2015 e bloccano di fatto le attribuzioni per il 2016. Cosa succederà ora? Più di 400 milioni di euro, linfa vitale per tante realtà, non saranno assegnati.
Come si muoveranno il Ministro Franceschini e il Direttore Generale Ninni Cutaia ora?
Una piccola errata corrige: l’articolo sul Corriere della Sera che citiamo nel video è di oggi, 01/07/2016, a firma di Laura Zangarini
Alcuni commenti interessanti (in aggiornamento costante):

Dancing with chaos

In questa tarda estate il video dei Tedx (i TED indipendenti) ci aiuta a ricaricare le energie e trarre ispirazione per ricominciare a “respirare” rientrati dalle vacanze.

Buona visione!

Milano e gli artisti di strada: intervista a Luca Gibillini – seconda parte

Perypezye continua a occuparsi di politiche legate all’arte di strada con la seconda e ultima parte dell’intervista al Consigliere Comunale meneghino Luca Gibillini. Come sono cambiate la presenza e la visibilità degli artisti di strada a Milano a un anno dal nuovo regolamento comunale in materia, di cui Gibillini è stato promotore, e dall’introduzione della piattaforma on-line Strad@perta? Quali sono stati i maggiori successi e le maggiori difficoltà nel portare avanti questa nuova attenzione all’arte urbana? Scopritelo con noi!

Potete rivedere la prima parte dell’intervista qui.

Milano e gli artisti di strada: intervista a Luca Gibillini – prima parte

Perypezye Urbane intervista Luca Gibillini, Consigliere Comunale a Milano dove è stato tra i promotori del regolamento per gli artisti di strada entrato in vigore nel 2013. Tra le principali novità introdotte, la piattaforma on-line Strad@perta che permette a qualsiasi artista di registrarsi per prenotare una delle oltre 250 postazioni disponibili per esibirsi in città. A un anno di distanza dall’entrata in vigore del regolamento, gli chiediamo di fare un bilancio dell’esperienza finora.

Vai alla seconda parte dell’intervista.