30 Settembre 2020

Olimpia Fortuni a Ísafjörður

Abbiamo intervistato Olimpia Fortuni, in residenza presso ArtsIceland, nella cittadina islandese di Ísafjörður. La residenza è avvenuta nell’ambito del progetto Roundtrip. Con Olimpia abbiamo parlato di natura, drammaturgia e Islanda.

Un primo nostro esperimento di intervista video in differita, dove intervistato e intervistatore si sono potuti permettere di giocare con suoni e immagini.

RoundTrip è un progetto di internazionalizzazione della danza contemporanea italiana ideato e curato da Sosta Palmizi, Perypezye Urbane e PinDoc, soggetti di produzione delle danza contemporanea italiana, finanziato dal Bando Boarding Pass plus 2019 del Mibact. Il partenariato italiano rientra in una più ampia rete di soggetti europei costituita appositamente per la realizzazione del progetto dalle seguenti strutture e paesi: Mediagrammi e.V./ Germania, LRO Listaskóli Rögnvaldar Ólafssonar/ Islanda e Dame de Pic_Cie Karine Ponties/ Belgio.

RoundTrip sostiene lo sviluppo dei processi creativi delle coreografe Olimpia Fortuni (Sosta Palmizi), Daria Menichetti (Perypezye Urbane) ed Alessandra Cristiani (PinDoc),  esaltando in tal modo l’elemento femminile come punto di partenza giusto e necessario per sviluppare nuove pratiche coreografiche e produttive di carattere internazionale. Su scelta della direzione artistica, due danzatrici under 35 avranno la possibilità di affiancare la coreografa di Pin Doc in ottica di crescita professionale ed artistica con il valore aggiunto della permanenza all’estero per il primo periodo di creazione. L’internazionalizzazione avviene tramite lo scambio interculturale, la sostenibilità produttiva ed il “ritorno” di capacità e competenze acquisite durante lo svolgimento delle creazioni fuori dai propri confini, territoriali e mentali. Roundtrip, andata e ritorno. 

Il progetto si articola in tre residenze creative presso i partner internazionali, in un incontro formativo tenuto dalla coreografa belga Karine Ponties inserito nella programmazione del Festival TenDance 2020.

DanceMe: the game we are playing

DanceMe means DanceWe: everyone can post creative comments on www.danceme.org to help shape a live performance.
Sharing your suggestions will make the result extraordinary because we are smarter than me!

www.danceme.org

Have you seen the latest video contribution shared by artist Maruska Ronchi? Get inspired and go post your comments.

different spaces, and different times, different dimensions

fountains, waves, rivers, wholes, refuge, streams, shapes, vulcans, whisper of water, heartbeat, rain, breathing…
…the game we are playing is life

 

DanceMe: I am into it…you?

Everybody on www.danceme.org!
You just need to login to be part of the creative process shared by artist Maruska Ronchi.
Your comments will help shape a live performance. Don’t miss this chance!

#DanceMe #ShareCulture

Capitali Europee della Cultura: quale economia, quale modello?

“Una giornata in diretto collegamento con RavelloLab. Il modello delle capitali europee della cultura dovrebbe diventare da straordinario a ordinario” dice Claudio Bocci, direttore di Federculture, in chiusura dell’evento di Salerno. “Inoltre siamo in un periodo in cui l’Europa è considerata matrigna, invece il modello delle capitali europee della cultura ci riavvicina all’Europa”.

Il 10 dicembre 2013 si è svolta all’Università degli Studi di Salerno la conferenza europea “The European Dimension of Cultural Capitals”. Per la prima volta si sono incontrate le sei città italiane rimaste in gara per essere Capitale Europea della Cultura nel 2019. [Read more…]