28 Febbraio 2021

Davide Di Pretoro racconta Sasha Waltz

Sasha Waltz, la danza, Berlino…e l’Italia: un ciclo perfetto! Il nostro primo incontro con la celebrata artista tedesca, autrice di un aggiornato e complesso teatro di danza, è avvenuto attraverso la voce di Davide Di Pretoro, danzatore italiano e repetitor per la compagnia di Sasha Waltz che, ripercorrendo la genesi di “Kreatur”, la nuova produzione della compagnia, ci racconta la poetica innovativa della coreografa, regina della danza nella capitale tedesca.

Ascoltare la testimonianza artistica di Davide è stato come un viaggio tra le maglie del disegno coreografico e drammaturgico di Sasha Waltz, che mai come questa volta si arricchisce di importanti collaborazioni come la visionaria fashion designer olandese Iris Van Herpen le cui creazioni sono state indossate da star come Björk, Tilda Swinton, Scarlett Johannson, Beyoncé e Lady Gaga. E infine i Soundwalk Collective, impostosi nella scena musicale anche attraverso recenti collaborazioni con Patti Smith.

Foto di Sasha Waltz ©André Rival

Berlin Alexanderplatz

Tanz in August is one of the most important and influential Berlin summer Festival about contemporary dance: over thousand and thousands visitors speak for themselves.

Last summer Studio28 Tv interwiewed some of most interesting artists involved in the festival and the same for this summer edition.

Not only summer, Berlin has always been a place for dance maintaining its reputation as one of EU capital’s most revealing creative venue. Strange enough that Dance has found a home in the coldest, greyest, probably cruelest city in Germany. Berlin is also the coolest, most liberal, accepting city of Germany and with this video we’ve been master in capturing Berlin’s unusual, nonconformist beauty.

La Berlino di… Luca Vitone

Prima puntata del format “La Berlino di…”, realizzato nell’ambito del progetto ShareCulture Creative Mobility.

Luca Vitone, artista di fama internazionale, ha scelto come sua base la città di Berlino. Vista per la prima volta quando ancora c’era il muro, vi si è stabilito con la famiglia negli ultimi anni. Scopriamo insieme a lui cosa vuol dire per un artista italiano vivere nella capitale tedesca.