13 Novembre 2019

Marco D’Agostin – per una poetica della stanchezza

In un’atmosfera magica Marco D’Agostin ci parla di come sono nati due sue lavori, Everything is Okay e Avalanche.

Cosa significa essere stanchi? Quali scoperte ci permette di compiere la stanchezza?

E cosa significa archiviare?

In ultimo, Marco affronta un problema molto delicato: la danza ha, o può avere, un ruolo etico?

 

I due testi che Marco D’Agostin cita nel video sono:

Byung-Chul Han, La società della stanchezza

Peter Handke, Saggio sulla Stanchezza

DanceMe @Teatro Fontana

 

Nietzsche nel saggio “La visione dionisiaca del mondo”, parla della danza come di un linguaggio di gesti potenziato.

Quest’anno Insieme a Franca Ferrari abbiamo potenziato il programma del festival Più che danza! portando in scena le sei produzioni di DanceMe.

Per chi abita a Milano e dintorni appuntamento al Teatro Fontana dal 26 Novembre al 2 Dicembre.

Info:

https://cimd-danza.it/piu-che-danza/

Isadora Danza – My Life

Elisa Sbaragli legge My Life, di Isadora Duncan.

Kat Hernandez, danza e migrazioni digitali

Kat Hernandez, danzatrice di origine cubana, ci racconta in 360° le sue migrazioni digitali.

Puoi guardare il video direttamente dalla nostra webtv utilizzando tutti i browser, tranne Safari, o tramite l’app YouTube. Puoi anche utilizzare degli occhiali 3D / VR come il Google-cardboard. Buon divertimento!