20 aprile 2018

Von e… Daniele Albanese

Abbiamo incontrato il coreografo emiliano Daniele Albanese. Con lui abbiamo parlato di Von, la sua ultima produzione, del rapporto tra arte e fisica quantistica, del pubblico italiano e di tanto altro, compresa la sua prossima produzione con la grande Eva Karczag.

Nicola Campanelli e il suo sogno berlinese

Nicola Campanelli is an Italian dancer for the company Connecting Fingersbased in Berlin. After leaving his hometown, Naples, he started to teach pilates in his gym in Görlitzer Strasse. His dream, though, was dancing and he got it pretty soon in the city of contemporary dance par excellence. It is here that he started to collaborate with international choreographers and directors, performing different plays such as Camus’ The Fall or more abstract themes as migration nowadays. While dancing, Nicola expresses himself freely and Berlin seems to be the perfect setting to do it.

Davide Di Pretoro racconta Sasha Waltz

Sasha Waltz, la danza, Berlino…e l’Italia: un ciclo perfetto! Il nostro primo incontro con la celebrata artista tedesca, autrice di un aggiornato e complesso teatro di danza, è avvenuto attraverso la voce di Davide Di Pretoro, danzatore italiano e repetitor per la compagnia di Sasha Waltz che, ripercorrendo la genesi di “Kreatur”, la nuova produzione della compagnia, ci racconta la poetica innovativa della coreografa, regina della danza nella capitale tedesca.

Ascoltare la testimonianza artistica di Davide è stato come un viaggio tra le maglie del disegno coreografico e drammaturgico di Sasha Waltz, che mai come questa volta si arricchisce di importanti collaborazioni come la visionaria fashion designer olandese Iris Van Herpen le cui creazioni sono state indossate da star come Björk, Tilda Swinton, Scarlett Johannson, Beyoncé e Lady Gaga. E infine i Soundwalk Collective, impostosi nella scena musicale anche attraverso recenti collaborazioni con Patti Smith.

Foto di Sasha Waltz ©André Rival

Festival Più che Danza 2017

 

Al festival Più che Danza di Milano si raccontano i danzatori che hanno preso parte all’edizione 2017. Tutti gli artisti e le compagnie provengono dalla Lombardia ma con il tema dell’interdisciplinarietà sconfinano in un continente di creatività sfaccettato e ricco di stimoli. Il Festival Più che danza mappa lo scenario della danza lombarda.

(Le riprese video sono a cura di Maccaferri/Canepari per www.ilfilodipaglia.eu)