18 settembre 2018

BookMe e il Tanz Theater

Per BookMe Valentina Caggio ha scelto un passo dal libro “L’avventura del Tanz Theater”, di Susanne Schlicher. Come prescindere dalla magnifica Pina?

 

Espressioni 2018 – rassegna di video danza

Il Tour di Espressioni XI edizione

Rhizophora – Davide De Lillis e Julia Metzger-Traber

27-28 Luglio | Ruta di Camogli (GE)

Spazio Ruta

(Sala Giardini)


28 Agosto – 2 Settembre | Berlino

Mediagrammi e.V.


12– 13 Ottobre | Venezia

Spazio Farma


6 – 24 Ottobre | Crema

Teatro San Domenico

Associazione K


27 Ottobre | Faenza

Spazio Iris


26 Novembre– 2 Dicembre | Milano

Festival Più che Danza – Teatro Sala Fontana


In “Opera aperta” Eco “mirava a sostenere che l’apertura, potenzialmente infinita, si misurava di fronte all’esistenza concreta dell’opera da interpretare” (2011, Conferenza a Torino nell’ambito del seminario “Nuovo realismo: una discussione aperta”). Le opere contemporanee consentono una molteplicità di letture e di nuove immagini del mondo così come si evince nel video del 1975 “Umberto Eco fa una diagnosi dell’arte contemporanea”.

Quest’anno Espressioni intende lanciare la più banale – ma anche la più complessa – delle domande: cosa significa fare video danza?  Il bando per Espressioni 2018 è scaduto il 01/07/2018.

Video e Artisti di Espressioni 2018

Salvatore Insana – Vacuum
IGUAL – 12mq
Davide De Lillis, Julia Metzger-Traber – Rhizophora
Daša Grgič – DIH.breath
Camilla Martini – How to disappear completely

BookMe: la Danza 2.0

Cultura e promozione della danza. Creatività digitale unita al piacere di scoprire libri sulla danza. In queste parole è racchiusa l’anima del progetto “BookMe, danza ad alta voce”.

La danzatrice Luna Paese non ha perso tempo nello scegliere un libro fresco di stampa e con un titolo emblematico: “La danza 2.0”, nel quale l’autore Alessandro Pontremoli analizza la danza del nuovo millennio.

Venezia come mai l’avete vista

(fonte video: Artribune TV)

Mettendo in scena una grande performance collettiva che avvicina l’arte alle nuove generazioni, questa spettacolare iniziativa della fondazione Guggeheim e Ovs, porta la firma della coreografa e film-maker Marinella Senatore.

«Un dialogo, un racconto tradotto in movimento, fondato sulle relazioni tra i partecipanti, volto a promuovere valori quali il rispetto e la consapevolezza, al fine di costruire una società inclusiva, partecipe, attiva, pacifica e cosmopolita», ha sintetizzato l’idea Marinella Senatore.

Una performance a carattere motorio, basata su una coreografia che i bambini hanno potuto studiare con le loro classi e che enfatizza il corpo, grazie alla danza, come contenitore e memoria del movimento.